Parole e musica dell’uomo che venne dalle stelle.

“La scoperta di David Bowie arrivò in modo completamente indipendente, senza alcuna influenza esterna, quando ero vicino alla pubertà. Sotto molti aspetti fu uno dei momenti più significativi della mia vita.”

Michael Allred sintetizza così il suo “casuale” primo incontro con David Bowie e ho sorriso leggendo questa frase, perché per me è stato esattamente lo stesso. L’incontro è stato casuale ed è stato amore a prima vista!

Dallo schermo della piccola TV che avevo in camera, David Bowie con il suo aspetto androgino e la sua voce suadente, si è materializzato davanti ai miei occhi come un essere venuto da un altro pianeta e da allora non ho mai smesso di seguire le sue mirabolanti apparizioni.

Di recente è stata pubblicata anche in Italia questa graphic novel che vi presento e che riporta una fase peculiare della vita di Bowie. Il periodo che va dalla sua nascita quale artista, all’era di Ziggy Stardust e i suoi Spiders from Mars, fino alla sua “morte“; alla trasformazione e alla ri-nascita sotto le spoglie del Duca Bianco. Cinque anni che cambiano l’esistenza di un musicista che stentava a decollare, fino a farlo diventare una rock start “stellare”.

.

Autori: Mike Allred e Steve Horton

Editore: Panini Comics

EAN: 9788891273093

Puoi conoscere tutto, basta scegliere di farlo.

Eventi e figure particolari vengono fusi in vignette piene di colore. Date e rimandi, insieme ai titoli dei brani e degli album musicali, aiutano a mettere insieme il periodo più creativo ed artisticamente eclettico di questo personaggio fantastico. Sono tanti e diversi i personaggi incontrati e gli avvenimenti che influenzano David Bowie nel suo modo di essere “artista”. Tra i tanti, troviamo Iggy Pop, Lou Reed, Andy Warhol, Lindsay Kemp.

E in questa poliedricità, il legame tra musica e letteratura, il componimento che è proprio della creazione di opere musicali e della poesia, risaltano. David Bowie studia da autodidatta; lungo le traversate oceaniche che lo portano in giro per il mondo con i suoi spettacoli, legge e scrive, si informa e approfondisce, elabora in un continuo lavorìo di affinamento esasperato, i concetti che riporta poi nei suoi testi. Mette insieme brani che uno dietro l’altro fanno di album come Diamond Dogs e Outside, delle vere e proprie storie. Influenzato dalla lettura di autori come George Orwell, Jack Kerouac, Neal Cassady e in particolare William Burroughs, rivela il suo animo di outsider, di genio incompreso*.

In “Bowie” letteratura e musica si uniscono per portarti in un’altra dimensione.

* La lista dei 100 libri preferiti da David Bowie, la potete visualizzare qui

Tutto il “virgolettato” è citazione  o riproduzione testuale di brani delle opere presentate sul blog e ha esclusivo scopo di critica, discussione e ricerca nei limiti stabiliti dall’art. 70 della Legge 633/1941 sul Diritto d’Autore. Per eventuali rettifiche e per segnalazioni si prega di inviare una e-mail all’indirizzo: cosedilibri@cosedilibri.it

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.